L'osservatore nascosto come creazione sperimentale

0
37

Autore: Spanos N.P.

Rivista: Journal of Personality and Social Psychology
Vol: 44, 1 ( 170:176)
ISSN: 223514

Rif: The hidden observer as an experimental creation

Sommario

L’autore osserva che J. R. Laurence et al (vedi 1983-22676-001) non hanno compreso le posizioni teoriche avanzate da lui stesso, da E. C. Hewitt (PA, Vol 66:6428) e da E. R. Hilgard (e.g. 1979).

Le loro critiche sull'autore e sull'esperimento dell’ “osservatore nascosto” di Hewitt si sono dimostrate fuorvianti o errate. I dati disponibili non forniscono supporto per runa ipotesi dissociativa del fenomeno dell’osservatore nascosto. Tuttavia, questi dati indicano con mota forza che questo fenomeno è una creazione sperimentale.

Note

L’“osservatore nascosto”, è una proposta teorica formulata da Hilgard che sostiene che quando un soggetto si trova in ipnosi, una parte nascosta (hidden) della sua mente sa tutto quello che sta accadendo. Durante l’ipnosi si avrebbero quindi differenti livelli di consapevolezza, che operano separatamente uno dall'altro.

Secondo la teoria, uno di questi livelli è oggettivo, e continua a comprendere la realtà della situazione, si rende quindi conto di essere in ipnosi. L’“osservatore nascosto” è quindi dissociato da quello che viene suggerito dall'operatore, e può continuare ad avere una certa consapevolezza dell’esperienza ipnotica, di qui il termine di osservatore.

Molti esperimenti hanno messo in dubbio questa formulazione.