L'ipnosi non è un gioco di ruolo

0
25

"Hypnotic Visual Illusion Alters Color Processing in the Brain"

Uno studio interessante che porta argomenti a sostegno alla tesi di chi non crede che l'ipnosi sia solo un gioco di ruolo tra ipnotizzatore e ipnotizzato.

"Da una parte ci sono quelli che sostengono che l'ipnosi è uno stato psicologico diverso di attenzione focalizzata, che permette di dissociare le sensazioni, a partecipare con grande precisione e attenzione a pensieri o eventi e di gestire le proprie risorse in modo insolito. Dall'altro lato ci sono coloro che equiparano l'ipnosi
al recitare, affermando che si tratta semplicemente di un ruolo che le persone possono adottare in cui collaborano con i desideri dei
ipnotizzatore.

Un modo per distinguere tra le due visioni dell'ipnosi è quello di dimostrare che altera selettivamente i meccanismi neurali
che dovrebbero essere alla base un'esperienza ipnotica. Secondo questa logica, la gente non può volontariamente alterare il funzionamento dei meccanismi neurali che stanno alla base una specifica esperienza—ad esempio, coloro che sono coinvolti nella percezione—a meno che non ne abbiano l'esperienza."

Stephen M. Kosslyn, Ph.D.,

William L. Thompson, B.A.,

Maria F. Costantini-Ferrando, Ph.D.,

Nathaniel M. Alpert, Ph.D.,

and David Spiegel, M.D.

OBIETTIVO: Questo studio è stato progettato per determinare se l'ipnosi può modulare la percezione dei colori. Tale evidenza fornirebbe informazioni sulla natura dell'ipnosi e dei meccanismi ad essa sottostanti.

METODO: Otto soggetti altamente ipnotizzabili è stato chiesto di vedere un modello di colore in colore, un simile modello in scala di grigi a colori, il modello di colore come scala di grigi, e la scala di grigi come modello in scala di grigi durante la scansione con tomografia ad emissione di positroni per mezzo di CO2. L'area classica del colore nella regione fusiforme o linguale del cervello è stata identificata analizzando i risultati quando i soggetti è stato chiesto di percepire il colore come colore rispetto a quando sono stati invitati a percepire scala di grigi come scala di grigi.

RISULTATI: quando i soggetti sono stati ipnotizzati, aree di colore degli emisferi destro e sinistro sono stati attivati ​​quando sono stati invitati a percepire il colore, se era stato effettivamente mostrato il colore o la scala di grigi come stimolo. Queste regioni del cervello erano diminuiti in attivazione quando ai soggetti è stato detto di vedere in scala di grigi o se era stato effettivamente mostrato il colore o scala di grigi come stimolo. Questi risultati sono stati ottenuti solo durante l'ipnosi nell'emisfero sinistro, quando il cambiamento del flusso sanguigno riflette le istruzioni di percepire il colore rispetto a scala di grigi nell'emisfero destro, che i soggetti fossero ipnotizzati o meno.

CONCLUSIONI tra i soggetti altamente ipnotizzabili,i cambiamenti osservati nel vissuto soggettivo raggiunto durante l'ipnosi si sono riflessi nei cambiamenti nella funzione del cervello simili a quelli che si verificano nella percezione. Questi risultati supportano l'affermazione che l'ipnosi è uno stato psicologico con distinti correlati neurali e non è solo il frutto dell'adozione di un ruolo.