Ipnosi avversativa

0
26
William Wesley Cook
William Wesley Cook

Curato dal vizio del tabacco.

Un signore da Iowa, John T. Boyer, pochi anni fa mi ha chiamato per un trattamento medico della moglie, che ha richiesto che loro rimanessero in città per diverse settimane. Lui era un incallito masticatore di tabacco e ha espresso il più ardente desiderio di sconfiggere l'abitudine. Aveva fatto molti vani tentativi di farlo e aveva inutilmente usato vari preparati anti-tabacco. Nel corso di una conversazione con lui sul tema dell'ipnotismo ho affermato enfaticamente che attraverso il metodo ipnotico avrei potuto guarirlo completamente di sua abitudine, prima che la moglie fosse in grado di tornare a casa.

Lui ha accettato di rimanere con lei e sottoporsi all'ipnosi. Per qualche ragione il signor Boyer era difficile da ipnotizzare, e il primo e secondo tentativo non hanno avuto esito, ma il terzo tentativo ha avuto successo.

Prima di mandarlo in ipnosi profonda, gli ho dato un pezzo di tabacco da masticare, che informandolo che si trattava di una speciale marca di Cuba. Lo ha gustato immensamente. Presto lo informo che, anche se era un
tabacco superiore possedeva la particolarità che non poteva farlo uscire dalla sua bocca. Questo lo fece trasalire per un po' ma poi, con un largo sorriso sul volto masticava furiosamente.

Dopo poco tempo ho detto: "Bene, non lo puoi fare uscire dalla tua bocca, questo è sicuro, e non puoi smettere di masticarlo; ma hai fatto un errore tremendo, il tabacco non è altro che cacca di gatto."

La scena che seguì fu ridicola. Ha contorto spaventosamente, il suo volto, arricciato il naso, si è quasi carrozzato, il suo corpo contorto, camminava avanti e indietro, si è gettato a terra, e finalmente raggiunto uno stato di sofferenza quando all'improvviso ho esclamato:

"Ora puoi smettere di masticare, ora puoi sputarlo fuori dalla bocca. Qui, sciacqua la bocca con questa acqua ".

Non ha perduto tempo, e ha pulito con impazienza la sua bocca con l'acqua immaginaria che facevo finta di porgergli in un bicchiere. Dopo che si era calmato ho detto enfaticamente, con un tono lento e monotono: "Ogni pezzo di tabacco che tenterai di masticare conterrà cacca di gatto in esso. Ti farà ammalare mortalmente; abbandonala.".

Poi l'ho svegliato con il metodo consueto. La seduta ipnotica successiva, gli ho offerto da masticare una gomma da masticare, e poi gli dissi che non poteva smettere di masticare e che era tabacco e non gomma da masticare, e alla fine, che il tabacco contiene cacca di gatto. Questo è stato il piano di lavoro che ho adottato facendo ipnosi con lui. Complessivamente, l'ho ipnotizzato dodici volte in quattro settimane. Prima che lasciasse la città, era completamente guarito dal vizio del tabacco, sebbene non avesse alcun ricordo delle sua esperienza nello stato ipnotico. E' stato molto gratificante, e anche divertente, guardarlo quando gli veniva offerto un pezzo di tabacco. Lo guardava in modo particolarmente sospetto e lo odorava con evidente disgusto, e lo restituiva osservando: "Proprio non mi interessa; mi sembra che mi farebbe male se tentassi di masticarlo."

L'avversione del signor Boyer per il tabacco dura da allora, e il mio successo nel suo caso mi ha aiutato a superare l'abitudine negli altri.

Wesley Cook ("Pratical lessons in Hypnotism" (1901))

Commenti

In ipnosi si possono utilizzare sia suggestioni propositive, espresse in forma positiva, sia suggestioni avversative, per dissuadere da un comportamento. Quello che ho presentato in questo articolo è un esempio di ipnosi avversativa molto intenso e per certi versi divertente.

Come al solito, ci sono almeno dieci opinioni diverse di un imprecisato numero di correnti di pensiero all'interno dell'ipnosi, che sostengono l'una o l'altra delle posizioni.

Alcuni credono che trattare in questo modo un essere umano sia un esempio di crudeltà mentale che e non dovrebbe essere seguito e nemmeno concepito, mentre l'ipnosi avversativa può essere efficace, specialmente per i soggetti che non cambiano il loro comportamento dopo un abbondante somministrazione d'ipnosi propositiva.

Le suggestioni utilizzate nell'esempio precedente, sono sicuramente perturbanti per chi pensa si debbano utilizzare solo suggestioni espresse in forma positiva e propositiva. Ma come al solito, in ipnosi la verità e il successo dipendono dalla persona che sta facendo ipnosi, e certe persone si attivano soltanto, o in maniera migliore e più produttiva, con suggestioni avversative. Questo è vero anche nella vita al normale stato di coscienza: alcune persone fanno le cose per piacere, altre per dovere, e alcune per paura.

Perciò, il mio consiglio è di non scartare a priori le suggestioni avversative, se pensate che vi facciano raggiungere il risultato e se credete di poterle utilizzare nel contesto di una seduta ipnotica.

Bibliografia

  1. Cook, W. W. (1900). Practical lessons in hypnotism: Containing complete instructions in the development and practice of hypnotic power, including much valuable information in regard to mental healing, mind reading, and other kindred subjects. Chicago: Thompson & Thomas.