Ipnosi al pronto soccorso

0
26

Rachel Zimmerman scrive un pezzo assolutamente meraviglioso sull'incontro di sua figlia, sei anni, con un medico del pronto soccorso, che le aveva detto che non avrebbe sentito dolore, e così è stato anche se alla bambina sono stati dati parecchi punti di sutura per una brutta ferita.

In realtà, dopo aver lasciato l'ospedale la bambina aveva a sua madre quanto era felice che non aveva avuto bisogno di punti ma la madre sconvolta le disse che li ave3va ... ma la bambina non era cosciente di questo, né ella procedura che aveva subito, né del disagio, perché il suo medico ha saputo parlare con lei e coinvolgere la sua immaginazione.

Alcuni ipnotizzatori specializzati nella riduzione del dolore e ci sono una serie di tecniche che funzionano molto bene.

Nell'articolo, una cosa che si nota è come il medico, non solo impegna la bambina, ma fa in modo che la sua attenzione si concentri su qualcos'altro, un compito che diventa molto impegnativo. Molti ipnotizzatori trovano sistemi che concentrano l'attenzione al fine di aggirare il fattore critico della coscienza mente.

Dice la madre della bimba nell'articolo: "Quindi, perché non tutte le interazioni mediche sono così? Perché non è la riduzione del dolore, in particolare per i bambini, una priorità per tutti i medici? Quando ho raccontato questa storia ad un amico, ha detto suo figlio recentemente ha avuto bisogno di punti di sutura in un ospedale pubblico a Città del Messico, dove il personale ha messo suo figlio in una camicia di forza per suturato rapidamente, senza nemmeno un anestetico locale."

Di medici come il Dr. Baruch Krauss, di cui si parla nell'articolo, ce ne vorrebbero molti di più, come dovrebbe cominciare a diffondersi maggiormente l'uso dell'ipnosi come anestetico. L'intervento effettuato dal dottor Krauss, è di una eleganza e di una bellezza uniche, sia per il rispetto del malato che ha dimostrato, sia per l'approccio tecnico seguito.

Fonte: "When The Doctor Says This Won’t Hurt A Bit — And Incredibly, It’s True"