Biancaneve

0
22

Nel libro "Hypnosis and Hypnotherapy" di Helmut W- A Karle, è riportato un episodio di ipnosi indiretta, molto interessante, che è citato anche nel libro "The art of Hypnosis" di Roy Hunter.

Siamo nel 1794, e un bambino ha un tumore che deve essere asportato chirurgicamente. Non esistono ancora anestetici, così, durante l'operazione, la madre distrae il bambino raccontandogli una storia particolarmente interessante, che assorbe completamente la sua attenzione. Così il bambino non sente dolore, nonostante la mancanza di anestesia. L'operazione si conclude in maniera soddisfacente e il bambino sopravvive fino all'età di 78 anni.

Molto anni dopo l'operazione, insieme al fratello, pubblicherà la storia in una raccolta di fiabe. La storia è Biancaneve, e il bambino era Jacob Grimm.

Non sono riuscito a verificare se questa storia è vera, comunque la considero molto poetica, e un ottimo esempio di quello che si può ottenere quando si riesce a concentrare completamente l'attenzione su una singola idea.

Questa è l'ipnosi, non altro. Ottenerla in maniera indiretta, tramite una storia interessante (per chi ascolta), è una delle modalità di ottenere quella concentrazione assoluta, che è il prerequisito per ottenere qualunque fenomeno ipnotico. E' proprio così semplice. Non c'è nulla di complicato nell'ipnosi.

Bibliografia

  1. Karle, H. W. A. (1988). Hypnosis and hypnotherapy: A patientʼs guide. Wellingborough, Northamptonshire: Thorsons Pub. Group.