Una breve induzione confusionale

6
49

L'induzione confusionale è stata introdotta da Erickson, e funziona molto bene con le persone dotate di una mente analitica, che esaminano e soppesano qualunque cosa si dice loro.

L'induzione confusionale, come dice il nome, consiste nel creare, attraverso il linguaggio, una serie di elementi, in contraddizione tra loro, che impegnano la mente in una ricerca continua di significato, a cui il soggetto, almeno in prima battuta, cerca di dare un senso fino a quando, se l'induzione è ben condotta, perde il filo del ragionamento e può lasciarsi andare a sperimentare una profonda ipnosi.

Come sempre, l'induzione deve essere in sintonia con l'ipnotizzato, quindi si devono osservare attentamente le reazioni del soggetto all'induzione, per vedere se hanno l'effetto desiderato. Per somministrare questa induzione, bisogna parlare abbastanza velocemente , ma non in maniera troppo incalzante, in modo da fare ascoltare quanto viene detto, ma non così lentamente da lasciare tempo per riflettere sul significato delle parole. Date le caratteristiche dell'induzione, il ritmo con cui viene condotta è molto importante , e assume un aspetto determinante per una buona riuscita.

Un esempio d'induzione:

"Chiudi semplicemente gli occhi e lasciati andare. Lascia che la tua mente scivoli via, mentre sei consapevole di non essere consapevole di nulla. Continua ad ascoltare le mie parole con la tua mente inconscia, mentre la tua mente è lontana. Ascolta la stanchezza delle te palpebre, senti il peso dei tuo i pensieri, mentre le mie parole ti circondano, come i suoni che senti intorno alla stanza, e qualunque cosa ascolti ti rilassa sempre di più, indipendentemente da quello che dico, indipendentemente da quelle ascolti.

La tua mente inconscia è molto sceglia e ascolta tutto quello che dico, mentre la tua mente conscia rimane molto rilassata e pacifica. E puoi rilassarti pacificamente e chiudere gli occhi o lasciarli aperti e mentre chiudi gli occhi pusi sperimentare veramente un profondo senso di pace tra te e te, o tra te e me o tra tre e tre, e mentre ti chiedi cosa significa, o cosa non significa, la tua mente può prendersi cura di tutto, e mentre questo accade puoi sperimentare cosa si prova a chiudere gli occhi mentre ci si rilassa con gli occhi aperti, e ricordati che non hai veramente bisogno di ricordare, e puoi dimenticare ciò che non vuoi ricordare e che non devi ricordare ciò che vuoi dimenticare. Perché quando dimentichi qualcosa, allora è facile ricordare altre cose ... e non importa cosa dimentichi, ma quello che ricordi, che ricordi di dimenticare ... l'importante è che la tua mente inconscia ti proponga tutto quello che hai bisogno di sapere e di non sapere ... per quello che vuoi fare o non fare ... Lascia che la tua mente inconscia ascolti, mentre dimentichi di ascoltarmi ...

La tua mente inconscia ricorda tutto quello che deve ricordare e te lo ripropone quando è il momento, il luogo, la situaizone giusta ... mentre tieni gli occhi chiusi e ascolti con la mente inconscia ... è così facile andare e tornare, senza nemmeno avere avuto la sensazione di partire ... come in un tempo senza tempo ... e ascolti molto attentamente tutto quello che hai bisogno di ascoltare, e mentre continui ad ascoltarmi, non importa cosa la tua mente dimentica ... perché la tua mente inconscia ricorda tutto quello che deve dimenticare ... e non dimentica tutto quello che deve ricordare, e che ha già dimenticato da tempo ... ma che è sempre stato lì, per te, perché tu potessi utilizzarlo, in qualche modo ... molto creativo, per il tuo benessere ...

e mentre continui ad ascoltarmi la tua mente vaga lontano, e non hai veramente bisogno di ascoltarmi del tutto ... mentre vai sempre più profondamente, sempre più profondamente, quanto vuoi, quanto ti occorre, quanto ti serve, Lascia al tua mente profondamente addormentata, mentre la tua mente inconscia ti ascolta."

E così via, riproponendo i passi che sembrano ottenere maggiore successo sul soggetto, mischiandoli, modificandoli. Si possono usare anche meccanismi di sovraccarico, come ad esempio : "Mi chiedo se vuoi fare qualche piccola somma mentre ti parlo ... mentre ascolti attentamente quello che dico ... e possiamo davvero scoprire come riesci a farlo bene ... così ce puoi aggiungere 4 a sette e tenere a mente il risultato mentre conti il numero di parole della mia prossima frase ... è divertente contare le parole ... e puoi aggiungere il numero delle parole al numero che hai in mente ... e se hai dimenticato il numero che avevi in mente non importa ... svegli un altro numero tra cinque e dieci e aggiungi a questo numero il numero delle parole della frase ... quello esatto naturalmente ... e proprio per questo ti dirò un'altra volta la stessa frase ..." e così via, impegnando la mente in attività cognitive del tutto inutili, se non hai fini del raggiungimento dell'ipnosi.

Dopo tutte queste manovre verbali, il soggetto dovrebbe essere in un piacevole stato di trance. Se non lo è, vi sta probabilmente guardando con uno sguardo preoccupato, chiedendosi dove è capitato. L'induzione confusionale, quando non cè risonanza da parte del soggetto, è una buona tecnica per fare la figura del cretino. In ogni caso potete riproporre l'induzione, variando le fasi, le parole e la cadenza, e se ancora non accade nulla è il momento di lasciare perdere e passare a un'altra tecnica.