Sperimentate da voi

1
34

In ipnosi si sperimentano reazioni spontanee e involontarie, come il sollevamento del braccio o la catalessia. Tentare di spiegare o condividere queste sensazioni a una persona che non è mai stata ipnotizzata è praticamente impossibile. L'unico risultato prodotto dalla spiegazione è un enorme numero di metafore in linguaggio simil-Zen.

Ma l'esperienza diretta non è l'unica fonte possibile di apprendimento di queste sensazioni. Se l'ipnosi vi spaventa abbastanza da fuggirla, ma volete sperimentare cosa si prova durante l'ipnosi, esiste un test che potete fare tranquillamente da soli, che non richiede nessun tipo di abilità particolare e non ha bisogno di rilassamento progressivo, meditazione o altre tecniche.

Il test di Kohnstamm, prende il nome dal dottore che lo inventò, e serve ad illustrare a chi non ha mai fatto ipnosi, e a chi non si sognerebbe mai di farla, la sensazione particolare di rilassamento e di sottomissione a una forza esterna che si prova durante l'ipnosi.

Il test richiede appena cinque minuti per essere completato, e può essere fatto ovunque ci sia un sostegno su cui appoggiare il braccio.

Mettetevi di fianco ad un muro, sollevate il braccio rivolto verso il muro, e premetelo con tutt al forza contro la parete. Dovete esercitare la spinta più forte che potete, come durante un esercizio isometrico, spingendo esclusivamente con i muscoli della spalla e del braccio. Il corpo non deve in nessun modo partecipare all'azione. Se tenete gli occhi chiusi vi concentrate meglio sull'esercizio, ma non è indispensabile.

Continuate a premere per almeno tre minuti, mantenendo la spinta quanto più costante potete. Passati i tre minuti fate un passo in direzione opposta al muro e lasciate cadere il braccio penzoloni sul fianco.

Nella maggior parte dei casi accadono effetti curiosi. Il braccio che prima era stato spinto contro il muro, invece di rimanere abbandonato su un fianco, comincia a sollevarsi da solo, spesso di un buon tratto.

Questo tipo di reazione spontanea e involontaria, è quella che più si avvicina a quelle sperimentate da un soggetto in ipnosi.