Ipnosi e sinestesia

0
25

La sinestesia è un fenomeno sensoriale che rende possibile percepire un singolo stimolo uditivo, olfattivo, tattile, visivo, come due stimoli separati. In sintesi, chi sperimenta la sinestesia può vedere un frutto in presenza del solo odore. Ma può anche gustare lo stesso frutto semplicemente ascoltando il suono della parola. Oppure vedere un colore quando ascolta un suono.

Il sinestetico più importante della letteratura scientifica è stato probabilmente descritto da Aleksandr Lurija nel nel libro "Viaggio nella mente di un uomo che non dimenticava nulla", che racconta la storia di un giornalista russo, chiamato Š., che trasformava qualunque stimolo in una indelebile immagine mentale. La caratteristica precipua di Š. era quella è quella di essere in grado di far riviverne nella memoria ogni istante trascorso, attraverso sensazioni, suoni, colori.

Nessuno ha mai avuto il sospetto che la sinestesia potesse essere eliminata, né che lo si potesse fare senza complesse strumentazioni, o complicate operazioni neurologiche, bensì ricorrendo alla vecchia pratica dell'ipnosi.

E' come se dopo anni di abbandono, declino e cattiva reputazione, l'ipnosi ritornasse in auge come uno strumento molto utile, per sperimentare cambiamenti mentali che altrimenti sarebbe difficile, e forse impossibile, raggiungere in un altro modo.

Ogni volta AR vede un volto, i suoi pensieri sono immersi in colori e ogni identità innesca una propria ricca tonalità che brilla attraverso gli occhi della mente. Questa esperienza è il tipo di sinestesia sperimentato da AR, che vede un colore quando vede un volto.

Questa era la situazione di AR prima dello studio che l'ha vista coinvolta per eliminare queste sensazioni. Dopo l'ipnosi, forse per la prima volta nella sua vita, per AR una faccia è solo una faccia. Senza colori, senza tonalità ricche, né luci interne.

L'ipnosi ha cambiato la sua esperienza, modificato il funzionamento di specifici percorsi cerebrali in modi che non possiamo solitamente gestire attraverso la consapevolezza.

Bibliografia

  1. Terhune, D. B., Cardeña, E., & Lindgren, M. (September 01, 2010). Disruption of synaesthesia by posthypnotic suggestion: An ERP study. Neuropsychologia, 48, 11, 3360-3364.

  2. Hypnosis reaches the parts brain scans and neurosurgery cannot, http://www.theguardian.com/science/blog/2010/sep/30/hypnosis-neuroscience-psychology