Bulimia nervosa e ipnosi

0
41

La bulimia nervosa è un disturbo caratterizzato da episodi ricorrenti e frequenti che comportano il consumo di grandi quantità di cibo. Il ciclo di abbuffate è compensato da comportamenti come il vomito auto-indotto allo scopo di compensarne gli effetti. Il ciclo di abbuffate e purghe può ripetersi più volte a settimana. Come nel caso dell'anoressia, nelle persone affette da bulimia ci possono essere problematiche psicologiche coesistenti, come depressione, ansia o abuso di sostanze. L'autostima è influenzata eccessivamente dalle condizioni di peso e forma.

La bulimia ha molti sintomi, tra cui una debole capacità di auto-rilassamento. I pazienti bulimici, sembrano mancare della capacità di regolare le loro tensioni attraverso l'interiorizzazione di precedenti esperienze di rilassamento e conforto. Una delle teorie correnti tra i ricercatori, è che chi è affetto da bulimia usa cicli di abbuffate e vomito allo scopo di alleviare la tensione e lo stress emotivo.

Uno studio sul "Journal of Psychotherapy Practice and Research" ("Guided Imagery Treatment to Promote Self-Soothing in Bulimia Nervosa: A Theoretical Rationale") riporta gli effetti benefici dell'ipnoterapia nel trattamento della bulimia utilizzando tecniche di immaginazione guidata, al fine di facilitare l'auto-rassicurazione del soggetto.

L'ipotesi dello studio è che l'immaginazione guidata, agisce come una fonte esterna di conforto ed evoca una risposta di rilassamento (relaxation response) e allo stesso tempo aumenta l'auto-consapevolezza del soggetto.

Gli autori dello studio ritengono che i soggetti bulimici, siano maggiormente ipnotizzabili, rispetto alla media della popolazione, e ritengo che l'ipnoterapia possa entrare a far parte di un trattamento multidimensionale della malattia.

L'immaginazione guidata è una tecnica utilizzata da sempre nel contesto dell'ipnosi, allo scopo di sollecitare l'immaginazione del soggetto, e stimolare attraverso le suggestioni sensazioni ed emozioni piacevoli. L'immaginazione guidata promuove e incoraggia la partecipazione della creatività da parte del soggetto.

Nello studio, gli autori hanno utilizzato sei differenti esercizi, focalizzati sul rilassamento e la consapevolezza e l'auto-esplorazione. Una delle tecniche utilizzate è stata una variazione sul tema del luogo sicuro, chiamata il "santuario interno", che costruisce un luogo interiore di pace e consapevolezza per il soggetto.

Lo studio ha confrontato i soggetti che hanno ricevuto un trattamento di sei settimane di immaginazione guidata con un gruppo di controllo di soggetti non trattati.

I risultati hanno indicato che l'immaginazione guidata ha sostanzialmente ridotto gli episodi ciclici di abbuffate e vomito. Il gruppo sottoposto ad immaginazione guidata ha avuto una riduzione media del 74% Delle abbuffate e del 73% del vomito. Inoltre sono stati riportati significativi miglioramenti nell'attitudine verso il cibo, la dieta e il controllo del peso.

Bibliografia

  1. Esplen, M. J., & Garfinkel, P. E. (January 01, 1998). Guided imagery treatment to promote self-soothing in bulimia nervosa. A theoretical rationale. The Journal of Psychotherapy Practice and Research, 7, 2,
    102-18.