Assassinio in ipnosi

0
38

Il candidato manciuriano che uccide a seguito di una suggestione ipnotica, è una figura presente nell'immaginario collettivo. La possibilità che possa esistere un certo numero di persone programmate ad uccidere a richiesta non è sfuggita nemmeno alle cronache. Il più famoso candidato manciuriano è Shiran Shiran, che dichiarò di essere stato ipnotizzato per commettere l'assassinio del presidente Robert Kennedy nel 1968. Naturalmente i giudici hanno ignorato le sue dichiarazioni e Shiran rimane in prigione nonostante dichiari di non avere nessun ricordo dell'evento.

Esperimenti

Di esperimenti sulla possibilità di formare un candidato manciuriano, o almeno di commettere un omicidio a fronte di una suggestione post-ipnotica, ce ne sono stati parecchi. Gli autori degli esperimenti li ritengono una prova della possibilità di programmare una persona ad uccidere in ipnosi, i detrattori sostengono che le condizioni sperimentali, lontane da quella che è una situazione di vita reale, rendono i risultati opinabili e formano una corrente di pensiero maggioritaria che sostiene che non si possono commettere atti contro la propria morale in ipnosi.

The Assasin

Derren Brown, il famoso ipnotista, ha realizzato uno spettacolo dal titolo "The assasin", che non lascia molti dubbi sulle sue finalità. L'idea dello spettacolo è quella di trovare un soggetto ipnotico adatto a commettere un omicidio in una condizione di vita reale, senza conoscenza di averlo commesso da parte sua.

Per scegliere il soggetto ottimale, Derren effettua vari test durante uno spettacolo d'ipnosi. Uno dei test consiste nell'immergere completamente il soggetto in una vasca colma di acqua e ghiaccio, per testare l'anestesia. Il soggetto rimane parecchi minuti nella vasca prima che Derren annulli la suggestione ipnotica. A quel punto il soggetto si alza di scatto dalla vasca e una telecamera a infrarossi mostra il copro colorato di rosso-arancio nelle parti non immerse e completamente blu, ad indicare una bassa temperatura, in quelle immerse. Una belle verifica sperimentale dello stato di anestesia.

Ma questo non è sufficiente. Il soggetto deve essere capace di sviluppare anche una completa amnesia di quanto fatto durante l'ipnosi. A questo scopo Derren condiziona il soggetto all'amnesia mostrandogli un disegno di pois bianchi su sfondo blu. Il soggetto dimostra di avere le caratteristiche richieste e l'esperimento va avanti.

Un altro condizionamento, effettuato con lo squillo di un telefono, indica al soggetto che è arrivato il momento di sparare. Una prova generale viene effettuata in un locale appositamente preparato. Durante una cena viene presentato al soggetto un disegno blu a pois bianchi e gli viene suggerito il suo obiettivo, un cliente seduto a un tavolo vicino.

Il soggetto prende la pistola (ad acqua in questo esperimento) e spara senza esitazioni alla vittima designata. Ci sono tutti i presupposti per andare avanti con l'esperimento.

viene organizzato un vero spettacolo con Stephen Fry, di cui non avevo mai sentito parlare ma che gode di popolarità in Inghilterra. La vittima sarà lo stesso Stephen Fry. Il soggetto assiste allo spettacolo da un palco. Ad un certo punto una donna vestita con un abito blu a pois bianchi si siede di fronte a lui e sussurra: "Stephen Fry è il bersaglio". Passa qualche tempo e il soggetto prende la pistola e spara a Stephen Fry che si accascia sul palco tra l'orrore del pubblico inconsapevole. A questo punto interviene Derren Brown che spiega l'esperimento, Stephen Fry si alza e continua il suo spettacolo.

Alla fine al soggetto potenziale assassino viene fatto vedere il filmato dell'omicidio, di cui lui non ricorda nulla. La scena finale mostra Derren Brown che elimina ogni suggestione data al soggetto, in modo che da ora in poi non sarà più un potenziale candidato manciuriano.

Commenti

Mi piacerebbe pensare a tutta la rappresentazione come a un esperimento controllato che dimostra in maniera inequivocabile che è possibile addestrare potenziali assassini a richiesta con l'ipnosi, eliminando così qualunque altra speculazione sul tema. Ma allo stesso tempo, devo considerare che siamo in televisione, uno strumento non necessariamente affidabile nei confronti della verità. Non dico che tutto sia stato solo un inganno, e le capacità ipnotiche di Derren Brown sicuramente non ne hanno bisognO, ma forse, a un livello profondo, come in tutti gli altri esperimenti sul tema, il soggetto sapeva che tutto quello che avveniva non era reale, ma soltanto il risultato di una serie di passi preparati un grande dettaglio e in totale sicurezza.

Purtroppo, ancora una volta, la risposta non è definitiva. La mia idea è che avendo tempo, mezzi e denaro è possibile selezionare un candidato manciuriano, anche se, in funzione della distanza della sua sua attivazione dal momento della programmazione, non giurerei che le cose andrebbero così lisce come nello spettacolo di Derren Brown.

Bisogna considerare, inoltre, che solo soggetti ipnotici molto dotati e addestrati, potrebbero fare una cosa del genere. L'etica di questi esperimenti è discutibile, primo perché devono avvenire in maniera completamente nascosta al soggetto, secondo perché mettono a rischio a il soggetto stesso.

Per quanto riguarda i risultati dell'esperimento di Derren Brown e l'idea che nessun atto contrario alla morale può essere compiuto in ipnosi, invito a considerare il fatto che le suggestioni non intervengono a livello della coscienza, e non è detto che il nostro inconscio sia così fornito di quelle virtù morali che tanto apprezziamo quando siamo nel pieno della nostra coscienza.

Lo spettacolo di Derren Brown è su youtube Derren Brown - The Experiments: The Assassin